Dr Matteo Fosco | Logo  +39 324 5872767
Dr Matteo Fosco | Logo  
Toggle navigation
Dr Matteo Fosco | Logo
Materiale utile spalla

Protocollo riabilitativo intervento di stabilizzazione articolazione acromion claveare

E' possibile prepararsi all'intervento di stabilizzazione dell'articolazione acromion-claveare utilizzando le informazioni seguenti

Ricostruzione con tendine di lussazione cronica acromion-claveare. Radiografia prima e dopo l’intervento, schema intervento
<p>test</p>

Al termine di un intervento di stabilizzazione dell’articolazione acromion-claveare, viene applicato un tutore con possibilità di rimozione da parte del paziente per praticare, già dal 1° giorno post-operatorio, gli esercizi di mobilizzazione di polso, gomito e spalla.

1 FASE. PROTEZIONE :0/3 settimane

  • Mantenere tutore giorno e notte (mano leggermente elevata rispetto al gomito)
  • Esercizi quotidiani di mobilità attiva della mano (pallina di spugna), del polso e del gomito (flesso-estensioni attive). Evitare mobilità attiva e passiva della spalla.
  • Crioterapia (borsa del ghiaccio per 2 ore al giorno, suddivisi in 4 cicli da 30 minuti l’uno) e terapia fisica antalgica secondo necessità

2 FASE. RECUPERO ARTICOLARITA’: 3/8 settimane

  • Esercizi di recupero della mobilità passiva della spalla su tutti i piani, con abduzione e flessione non superiori a 90° fino a 1 mese dall’intervento e con progressivo incremento entro soglia dolore, fino ad un recupero della mobilità articolare completa entro 2 mesi dall'intervento
  • Esercizi pendolari e di decoaptazione
  • Micromobilizzazione capsulare e della scapola e presa di coscienza posturale
  • Lavoro attivo dei fissatori della scapola
  • Progressivamente esercizi autoassistiti in flessione ed intra-extra rotazione
  • graduale rinforzo dei muscoli depressori della testa omerale (rotatori, adduttori;…) a 0°-30° di abduzione
  • Esercizi propriocettivi in scarico ed in catena chiusa
  • le Idrokinesiterapia (dove la spinta idrostatica si “sostituisce” al tutore e facilita la ripresa della motilità attiva)

3 FASE. RECUPERO FORZA E GESTI SPECIFICI: 8/12 settimane

  • Esercizi attivi per il mantenimento dell’escursione articolare
  • Stretching muscolare del cingolo scapolo-omerale
  • Rinforzo muscolare contro resistenza progressiva su tutti i piani
  • Esercizi propriocettivi complessi per riacquistare la corretta stabilità ed equilibrio dell’apparato neuro-muscolare della spalla
  • Recupero gesti funzionali completi propri dell’articolazione
  • Recupero gesti specifici sportivi e professionali

 

Il ritorno all’attività sportiva viene concesso indicativamente 3 mesi dopo l’intervento previo consenso medico con recupero di almeno l’80% della forza rispetto all’arto controlaterale (valutato con test isocinetico di spalla).

Contatta il Dr Matteo Fosco
per prenotare una visita
Dr Matteo Fosco | Contatti